Salernitana-Nocerina

I fatti accaduti domenica scorsa meriterebbero più seri approfondimenti, e nel caso specifico di SALERNITANA- NOCERINA attribuzione di colpe diverse e diversificate.
Il SALERNO CLUB 2010, dopo qualche giorno di riflessione, senza cadere in giudizi troppo avventati e dopo una attenta valutazione di tutti i soci, chiede le immediate dimissioni del duo MACALLI-GHIRELLI, attribuendo ai due “padroni” della lega Pro” le maggiori responsabilità di ciò che è accaduto e inoltre delle conseguenze ancora a divenire.
Già da prima della composizione dei due gironi, quindi dalla scorsa estate, diversi organi istituzionali(prefetto e questore) e sportivi (lotito e altri presidenti), oltre a diversi organi di informazione, “avvisavano” i vertici della federazione, nelle persone del presidente Macalli e del segretario Ghirelli, della pericolosità a far affrontare città limitrofe come Salerno, Nocera e Pagani e quindi, con un minimo di giudizio e buon senso, modulare i gironi nel modo più opportuno ponendo almeno una di queste squadre nel girone”nord”.
Tutto ciò è stato disatteso, addirittura imputando al presidente Lotito chissà quali particolari furbizie nel voler cambiare girone, e ora alla prima occasione utile, abbiamo assisstito a quella che possiamo definirìe senza mezzi termini “la vergogna delle vergogne”.
L’imponderabile è affidato al buon Dio, ciò che è prevedibile è responsabilità di chi nulla ha fatto per evitarlo.
Per questo si evince che notevoli sono le responsabilità dei “gestori” della lega Pro.
A nessuno può far piacere che Salerno e Nocera, sia pure con i distinqui del caso, assurgano alle cronache MONDIALI come esempi di inciviltà, addirittura paragonate a Palestina e Libano.
La maggioranza dei tifosi molossi erano in possesso della tessera del tifoso, e quindi negando loro il diritto a vedere la partita , si è sancito una volta di più il “totale fallimento” di questa iniziativa DI SCHEDATURA NON DEMOCRATICA E ILLIBERALE voluta dall’allora ministro Maroni.
Il SALERNO CLUB nella totale fiducia della giustizia sia sportiva che ordinaria, segue con attenzione l’evolversi delle cose, riservandosi di azionare tutte le tutele che gli sono consentite in termini di legge, annunciando che qualora si ritenga di dover agire per tutelare gli interessi degli iscritti e dei tifosi in generale, sarà sicuramente individuato un ente o similare dove poter devolvere ogni provento in beneficenza.
Nel concludere urliamo con fierezza che TUTTI I TIFOSI DI SALERNO hanno avuto un comportamente eccezionale, si son distinti per civiltà, serietà e amore verso i propri colori……..e che dopo aver assistito a questo “scempio”, sono tranquillamente tornati alle loro case senza che nulla succedesse, nonostante abbiano assistito ad una “farsa” mai accaduta nella storia del calcio giocato!
LA GENTE DI SALERNO E DELLA SUA PROVINCIA RIPUDIA OGNI FORMA DI VIOLENZA ED E’ PRONTISSIMA AD EMARGINARE “I DELINQUENTI COMUNI” CHE NULLA HANNO A CHE VEDERE CON LA TIFOSERIA SANA E PASSIONALE!!!

MASSIMO GRISI AREA COMUNICAZIONE SALERNO CLUB 2010

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com